Missione


La Swiss Academy of Ophthalmology è una fondazione nazionale dedita all'aggiornamento professionale, alla garanzia della qualità e alla ricerca nell’ambito dell'oftalmologia pratica. E' impegnata sia nel sostegno sia nella promozione di progetti e idee nuove, e si impegna ad integrare le tradizionali attività di formazione, d’insegnamento e di ricerca attraverso l’uso di mezzi ed impulsi innovativi.

La fondazione si impegna a garantire un elevato grado di qualità a livello della pratica oftalmologica. È neutrale in termini di confessioni, di politica professionale, associativa e sanitaria essendo completamente indipendente dalle autorità, dalle istituzioni e dall’industria.

Commissioni


L’assistenza oftalmologica in Svizzera si trova su un livello molto elevato ma spesso il decorso delle patologie potrebbe essere migliorato o le malattie persino evitate grazie ad una prevenzione mirata, al riconoscimento precoce e all’uso di terapie moderne.

Poniamo dunque un particolare accento alla Swiss Academy of Ophthalmology. Oltre alla promozione mirata della ricerca e dell’aggiornamento, vorremmo sostenere con le nozioni tecniche l’attività oftalmologica nello studio medico e nei punti primari di consultazione. Per questo motivo prestiamo particolare attenzione all’ottimizzazione del generale standard di qualità e lavoriamo attivamente alla trasmissione di sapere ed innovazione. 

 

Organigramma

Per un sostegno ottimale


Il sistema sanitario in Svizzera presenta degli standard molto elevati. Tuttavia sono ancora presenti delle malattie che non é possibile curare o problematiche non ancora superate. Un gruppo di oftalmologi svizzeri ha fondato la Swiss Academy of Oftalmology per sostenere e garantire la ricerca, lo sviluppo e anche la formazione e il perfezionamento nel rispetto degli standard più elevati.

 

 

La fondazione si è impegnata a farlo:

  • ricerca ottimale orientata alla pratica in oftalmologia   
  • un'efficiente istruzione, formazione e perfezionamento degli oculisti 
  • innovazione e progresso nella medicina a beneficio dei pazienti

 

La fondazione organizza:

  • una descrizione uniforme delle mansioni dell'assistente di ambulatorio oftalmologico
  • l'istruzione, la formazione e il perfezionamento del personale dello studio
  • fogli informativi, linee guida per lo studio e per i pazienti
  • programmi per la rappresentanza dello studio, incarichi all'estero, attrezzature per lo studio ottimizzate e molto altro ancora
  • congressi per il trasferimento di conoscenze e lo scambio di esperienze

 

La fondazione sostiene:

  • progetti in aree medicalmente poco servite  
  • oculisti che lavorano nelle aree disastrate e nei paesi in via di sviluppo
  • progetti di ricerca innovativi che contribuiscono a migliorare le cure oftalmiche per la popolazione
  • programmi di formazione per oculisti
  • lo scambio di conoscenze tra diversi specialisti

Un membro del Consiglio di Fondazione della SAoO al servizio della ricerca spaziale


Su richiesta del team di ricerca del Dipartimento di Cardiologia dell’Università di Düsseldorf, diretto dal Prof. Dr. Christian Jung, e per conto del Centro Aerospaziale Tedesco (DLR), il nostro membro del Consiglio di Fondazione Dr. Michael Bärtschi partecipa alla ricerca sulla microcircolazione in condizioni di assenza di peso, analogamente a quanto accade a bordo della Stazione Spaziale Internazionale ISS o per i previsti voli spaziali verso la luna e Marte.

Tra le altre cose, la microcircolazione retinica è valutata in relazione alla pressione intraoculare in condizioni di Iper-G (ipergravità) e Zero-G (assenza di peso), e una lunga serie di altri parametri vitali fisici e fisiologici del sangue sono presi e analizzati.

Al fine di ottenere letture clinicamente accurate della pressione intraoculare nelle speciali condizioni di assenza di peso, il dr Bärtschi ha dovuto progettare un casco che soddisfacesse gli altissimi standard di sicurezza dei viaggi spaziali per ospitare il tonometro a rimbalzo, oltre a superare in astuzia i meccanismi di attivazione del tonometro per l’assenza di peso. Questo è stato realizzato con successo con l’aiuto delle officine svizzere di fabbricazione del metallo e l’assistenza tecnica di iCare Finlandia, ed è stato tecnicamente testato e accettato da NoveSpace nel 2021.

La prima campagna di volo parabolico Zero-G per testare la tecnologia e la sicurezza ("proof of concept") è stata condotta con successo sopra l’Oceano Atlantico nel giugno 2021. Ecco le immagini della nostra 36a campagna scientifica con il setup dell’esperimento a bordo dell’Airbus 310 convertito a questi scopi “zero-gravity” durante le fasi iper-G e Zero-G.

La seconda campagna di volo parabolico a Zero-G che mira alla valutazione vitale in-vivo di tutti i dati specifici del sangue e della circolazione è prevista per febbraio 2022, sempre sopra l’Oceano Atlantico al largo delle coste francesi.